Realizzazione impianti di rivelazione incedi

Con la dicitura impianti di rilevazione incendi intendiamo l’insieme degli apparecchi in grado di rilevare, quindi segnalare, il principio di un incendio all’interno di una struttura complessa. Tali impianti rientrano a pieno titolo tra i provvedimenti di protezione attiva e sono finalizzati alla rilevazione tempestiva del processo di combustione, prima che quest’ultimo degeneri in un incendio generalizzato.

L’importanza di questi impianti risiede nel fatto che prima si rileva la presenza di un incendio, maggiori sono le possibilità di intervenire prima che si verifichi il flash over, contenendo la propagazione del fuoco e di conseguenza la potenza distruttiva dello stesso, evitando danni a persone e cose.

Il loro utilizzo è sempre raccomandato dai Vigili del Fuoco.

Stai pensando all’installazione di un sistema di rilevazione fumi? Rivolgiti a noi! Oltre all’installazione di impianti di rivelazione incendi, forniamo interventi di manutenzione e verifica effettuati a regola d’arte e da professionisti del settore.

Impianto-rivelazione-incendi-mantova-reggio-emilia

Contattaci per richiedere un preventivo senza impegno. Come azienda leader del settore, siamo in grado di progettare e realizzare impianti di rivelazione fumi e incendi, tecnologicamente innovativi, di assoluta sicurezza e nel pieno rispetto delle normative di riferimento.

Operiamo tra le zone di Mantova, Reggio Emilia e zone limitrofe.

Costo-installazione-impianto-mantova
Impianto-rivelazione-incendi-reggio-emilia
Verifica-impianto-rivelazione-incendi

Manutenzione impianti

Il mantenimento delle condizioni di efficienza degli impianti di rivelazione e segnalazione incendio compete al titolare dell’attività che deve provvedere alla continua sorveglianza, al controllo e, dove necessario, alla manutenzione dell’impianto stesso, in linea con le norme vigenti e con le istruzioni del fornitore.

Il titolare dell’attività, in base alla norma UNI 9795:2013, deve predisporre un apposito registro di manutenzione, firmato dai preposti che operano la sorveglianza e la manutenzione, su cui devono essere costantemente annotati:

  • I lavori svolti sui sistemi o nell’area sorvegliata (per esempio: ristrutturazione, variazioni di attività, modifiche strutturali, ecc.), qualora essi possano influire sull’efficienza dei sistemi stessi
  • Le prove eseguite
  • I guasti, le cause e gli eventuali provvedimenti adottati
  • Gli interventi in caso di incendio

La manutenzione dei sistemi di rivelazione incendi è trattata in dettaglio dalla norma UNI 11224, la quale riporta le procedure per il controllo iniziale, la sorveglianza e il controllo periodico dei sistemi di rivelazione, la manutenzione e la verifica generale dei sistemi di rivelazione d’incendio nuovi e preesistenti.

Novità | Nuova Norma Manutenzione antincendio UNI11224:2019

La nuova norma introduce molte novità e descrive le nuove procedure per il controllo iniziale, la sorveglianza e il controllo periodico, la manutenzione e la verifica generale dei sistemi di rivelazione di incendio.

Le novità più importanti del nuovo testo sono:

  • Introduzione della figura del “Tecnico Manutentore”
  • Per ogni singolo componente dei sistemi di rivelazione di incendio vengono indicate le modalità e gli strumenti più indicati per effettuare correttamente le verifiche. Fra la documentazione necessaria al corretto svolgimento delle prove la norma introduce il “manuale d’uso e manutenzione dell’impianto, già predisposto dalla ditta installatrice”
  • Vengono introdotti due nuovi concetti di “anzianità dell’impianto“: anni intercorsi dalla sua consegna formale e  “ciclo“, ovvero tempo fra la consegna formale e la verifica generale del sistema). Sono state riviste le percentuali da verificare nei controlli periodici.Per i sistemi di rivelazione convenzionali rimane l’obbligo della prova del 100% dei dispositivi fin dal primo controllo. Per i sistemi analogici indirizzati invece la nuova norma indica quanto segue:

     – Dalla consegna dell’impianto al sesto anno: il controllo funzionale deve  riguardare almeno il 50% dei componenti su base annua oppure il 25% in due controlli semestrali.

     – Dal settimo al dodicesimo anno: il controllo funzionale deve riguardare il 100% dei componenti su base annua oppure il 50% in due controlli semestrali.

     – Oltre il dodicesimo anno il sistema deve essere sottoposto a verifica generale che consiste nell’esecuzione di un nuovo controllo preliminare dell’impianto.

Contattaci per avere maggiori informazioni sui nuovi obblighi di legge!

Costo-manutenzione-impianto-reggio-emilia
Sistema-rilevazione-fumi-mantova
Insieme-degli-apparecchi

Controllo semestrale e registrazione delle prove

Durante le operazioni di controllo periodico, deve essere eseguito un riscontro funzionale sui dispositivi dell’impianto, tenendo presente che nell’arco dell’anno gli stessi dispositivi dovranno essere tutti funzionalmente verificati. Devono essere provati tutti i rivelatori che proteggono una singola zona.

Le prove e i controlli effettuati, devono essere formalizzati mediante la compilazione di appropriate liste di controllo. Alcuni esempi di liste di riscontro per il controllo sono riportati nelle appendici della UNI 11224. Una copia delle liste di controllo deve essere conservata dal responsabile del sistema e allegata al registro della manutenzione e dei controlli.

I documenti che costituiscono la registrazione formale dei controlli devono essere sottoscritti dal tecnico incaricato delle prove e dal titolare dell’attività o suo delegato e allegati al registro dei controlli antincendio.

Manutenzione-centrale-impianto-mantova
Installazione-rilevazione-fumi-reggio-emilia
Largo-impiego-in-ambienti-industriali

In quali ambienti trovano applicazione tali impianti?

Gli impianti di rivelazione incendi trovano largo impiego in ambienti industriali, complessi alberghieri, centri commerciali, strutture sanitarie, enti pubblici ecc. Questi, unitamente ad altri accorgimenti quali, ad esempio, l’impiego di materiali ignifughi, rivestono fondamentale importanza per l’ottenimento dell’abitabilità delle varie strutture.

Gli impianti rivelazione fumi e incendi, inoltre, sono richiesti dalle compagnie assicurative che, in loro presenza, concedono condizioni più vantaggiose. Alcune compagnie assicurative, a tutela del loro rischio, impongono delle caratteristiche specifiche a cui gli impianti devono sottostare, sia in termini di progettazione sia in termini di manutenzione. A fronte di tali standard la compagnia assicura il risarcimento integrale dell’eventuale danno causato dall’incendio.

Contattaci per richiedere un preventivo personalizzato. Operiamo tra le zone di Mantova, Reggio Emilia e zone limitrofe.

Verifica-impianto-reggio-emilia
Manutenzione-impianto-rivelazione-incendi-mantova
Operazioni-di-controllo-periodico